Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Conferenze

Conferenza Spalletti dopo Rangers Napoli: “Raspadori per decidere la gara, Meret grandissimo portiere! Kvaratskhelia tocca due palloni se…”

Luciano Spalletti, allenatore della SSC Napoli, in conferenza stampa in Champions League

Luciano Spalletti, allenatore del Napoli Calcio, parla in conferenza stamba subito dopo il match di Champions League Rangers Napoli, valido per la seconda giornata del girone.

Il tecnico degli azzurri risponde alle domande dei giornalisti presenti in sala stampa direttamente dall’Ibrox stadium di Glasgow.

Rangers Napoli si è conclusa con il risultato di 0-3.

Advertisement. Scroll to continue reading.
Conferenza Spalletti dopo Rangers Napoli: “Raspadori per decidere la gara, Meret grandissimo portiere! Kvaratskhelia tocca due palloni se…”

NON PERDERTI TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE: seguici su GOOGLE NEWS!

Conferenza Spalletti dopo Rangers Napoli: le dichiarazioni del tecnico

“Bravi dopo la partenza e dopo il rigore sbagliato a mantenere convinzione di portare a casa i tre punti. Ci han creato problemi come ci aspettavamo. Si son create mischie pericolosissime. Invece di intimorirci ci han fatto reagire, ci han fatto provare a riportare il discorso su palleggio e fraseggio per fargli gol. La partita in certi punti è stata molto equilibrata e difficile, ma non abbiamo mai perso equilibrio e smesso di fare il nostro calcio. Quando si perdeva palla non ci abbassavamo e montavamo subito addosso per pressare. Infatti è stata una partita di livello e spessore della mia squadra, li ringrazio per avermi fatto vivere una serata così bella in panchina”.

Sui subentrati

“Quelli subentrati sono entrati subito nel ritmo della gara, ci han messo qualcosa di loro: due han fatto gol, Ndombele ha vinto dei contrasti importanti. Chi porta a casa quei palloni ha spazio per sviluppare l’azione. Ho visto molti segnali positivi e ho visto giocare una partita positiva per gran parte della squadra”.

Su Zielinski

“Zielinski è stato uno dei miglior in campo, meritava di battere quei rigori. Si fanno i complimenti in maniera totale per la vittoria e l’atteggiamento su questo campo difficile”.

Advertisement. Scroll to continue reading.

E prosegue: “Queste sono partite per cui dobbiamo capire la fatica fatta per giocarle. Dovevamo giocarla al massimo, senza difficoltà o timore di qualcosa. Devi riuscire ad essere te stesso, ad essere naturale. Può subentrare il timore, però poi diventa fondamentale avere personalità nel fare giocate fatte stasera e nell’insistere come fatto stasera. Bisogna vivere questo sogno inseguito da bambini. Noi abbiamo la certezza che siamo sulla strada buona. Quando vesti questa maglia devi fare questo tutti i giorni, già domani. Nelle intenzioni devono esserci tutti i comportamenti e le caratteristiche che ci hanno permesso di vincere stasera. Non si può stare tranquilli mai, le gare sono ravvicinate e gli avversari sono fortissimi”.

Sulla difesa e l’attacco senza Osimhen

“Io non farei distinzione tra le due cose, le metterei insieme. Quando è stata recuperata palla siamo stati reattivi ad arrivarci anche noi, siamo stati bravi a pulire molti palloni e a renderli giocabili. Le due cose vanno di pari passo. Kim e Rrhamani hanno fatto una grande gara, lo stesso Mario Rui ha fatto molto bene. Per Di Lorenzo ormai si parte dal 9 in su come voto. Anche Mario si è fatto trovare pronto molte volte. Ci siamo poi riversati nella loro metà campo. Grande partita per mentalità e carattere con grande crescita caratteriale. Sbagliare il secondo rigore ed insistere non era facile, c’era da aspettarsi flessione invece hanno aumentato la voglia di portare a casa i tre punti che sono meritatissimi”.

Conferenza Spalletti sui titolari

“Il modo di ragionare è cambiato. Adesso è difficile dire chi è titolare, si gioca ogni tre giorni e ci sono cinque sostituzioni. La rotazione avviene forzatamente. Non voglio prendere il posto di quel compagno, ma faccio di tutto per giocarci al fianco. E’ questo il modo di ragionare dei calciatori in questo scenario. Poi è chiaro che bisogna avere un po’ di fortuna, perché tu pensi che Simeone è più adatto di Raspadori per lottare. Però poi entra Raspadori e… Tenerlo fuori è una scelta per farlo entrare nel momento migliore della partita. Funziona così nel calcio moderno. SI tiene fuori il migliore per dargli la possibilità di decidere la partita come uno come lui sa fare. Poi va a finire così. Ndombele? Mettersi a disposizione ed entrare come ha fatto è un grande vantaggio. Quella diventa la soluzione migliore. Politano ne ha giocate tante: fra lui e Lozano giocano sempre, avremo bisogno di tutti. Stasera già davanti non potevo fare due sostituzioni, mancandomi Lozano e Osimhen. Per cui avevo due sostituzioni: Zerbin e Raspadori. Oggi sono tutti dei campioni nel vero senso della parola, sfruttando i minuti messi a disposizione, senza andare a chiedere nulla di particolare”.

Advertisement. Scroll to continue reading.

E continua: “Serata emozionante, questo è uno stadio storico con un pubblico incredibile. Hanno fatto dei boati all’inizio che sembrava di stare dentro un tostapane (ride, ndr). Ho visto una buona squadra, la squadra dei Rangers ha giocato una buona partita. Non ha avuto fortuna all’inizio dove noi abbiamo avuto un po’ di fortuna che la palla è rimbalzata lì davanti a Meret in un paio di occasioni. Sotto l’aspetto del gioco e della qualità la mia squadra è una squadra forte. Mi aspettavo riuscisse a direzionare qualche azione dalla sua parte. I rigori ed i cartellini? Secondo me il direttore di gara è stato perfetto, con personalità enorme. Ha fatto le cose molto corrette, molto giuste”.

Su Meret e Kvaratskhelia

“Meret ha fatto una grande partita, è uscito nelle mischie e dentro la porta è sempre più tranquillo. Anche con i piedi sa scegliere. Noi quando abbiamo scelto di continuare con lui sapevamo di dovergli dare tranquillità. Serve un piccolo periodo per trovare equilibrio e tranquillità, abbiamo un grandissimo portiere. Kvaratskhelia è forte, arriva a due metri dal portiere e tira anche se ha un compagno libero. Deve saper scegliere se un compagno è messo meglio. Il gol di Ndombele l’ha fatto Anguissa. E’ chiaro che stasera ci ha dato un paio di impennate ed è andato a puntare, è fortissimo ma deve saper alternare. Politano è rientrato con corse di settanta metri. Ha battuto un rigore quando nessuno voleva tirarlo a parte due o tre. Non è un rigore normale quello, è un super rigore visto quello successo prima. L’ho tolto perché era ammonito. Lui aveva ancora benzina, ha fatto una gara straordinaria. Sono particolari per diventare squadra forte, non vince un solo giocatore. Se Kim non vince quei duelli aerei con Rrahmani, Kvaratskhelia tocca due palloni in una gara. E’ importante quello che fanno tutti. Quelli con estrema qualità e tecnica fanno differenza nel saltare l’avversario”.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Partita Napoli

Classifica Serie A

Classifica Champions League

Articoli più letti

prima pagina il mattino di napoli oggi edicola online quotidiano sfoglia giornale calcionapoli ilmattino it
prima pagina corriere dello sport stadio oggi prime pagine il corriere dello sport edicola napoli calcio
tuttosport prima pagina edicola www tuttosport com juventus juve ssc napoli 24 calcionapoli 1926
prima pagina la gazzetta dello sport oggi prime pagine la gazzetta dello sport probabili formazioni edicola napoli calcio

Ti potrebbe piacere anche

Prima Pagina

Ecco in anteprima la nuova prima pagina Tuttosport del quotidiano sportivo oggi in edicola, con i titoli del giornale Tutto sport nell’edizione odierna. Come le altre principali prime...

Prima Pagina

La prima pagina del quotidiano Il Mattino di Napoli in edicola oggi: la foto.

Prima Pagina

Ecco svelata la prima pagina Corriere dello Sport del quotidiano oggi in edicola. Come le principali prime pagine locali e nazionali che parlano di sport, quella del Corriere dello...

Prima Pagina

Ecco svelata la prima pagina La Gazzetta dello Sport del quotidiano oggi in edicola. Come le principali prime pagine locali e nazionali che parlano di sport, quella Gazzetta...

Advertisement